teleniovo TG mattino 19052020

Intervista sulla situazione turistica nella fase 2 emergenza covid 19

 

TG mattino intervista il presidente dell’Associazione Locatori Turistici Veronesi sulle conseguenze della pandemia covid 19 sul mondo del turismo e delle locazioni

https://youtu.be/J4w0ViLyVGA

La ripartenza – Intervista al presidente dell’associazione

Intervista di Mariangela Bonfanti al presidente dell’associazione Edoardo Nestori, che fa il punto sulla situazione emergenza Covid 19 con i riflessi sul mondo del turismo e i progetti dell’associazione per la ripartenza dell’economa

link del nostro canale youtube:

https://youtu.be/-i8rZL7leUE

Coronavirus, a Verona 300 posti letto per medici ed infermieri

Ma in provincia le strutture sono meno, serve solidarietà

 

“Abbiamo raccolto l’adesione di 82 strutture – spiega Simone Lucchi, uno dei soci fondatori di Locatur, associazione dei locatori turistici – Per ora siamo riusciti a sistemare 32 tra medici e infermieri, qualcuno ha pianto dalla felicità”. Ma le richieste continuano a crescere e non tutte le aree sono coperte allo stesso modo.

La battaglia al coronavirus si combatte negli ospedali. Ma per tanti medici e infermieri, all’impegno psicofisico della corsia si aggiunge il problema di trovare un alloggio sicuro. Non è un problema che riguarda solo il personale sanitario fuori sede, richiamato da tutta Italia nelle regioni più colpite, ma anche i residenti che non vogliono mettere a rischio i familiari. Succede anche a Verona, per molti il prossimo fronte critico dell’emergenza coronavirus in Veneto, dove per far fronte al problema si è attivata l’Associazione dei locatori turistici: “Abbiamo raccolto l’adesione di 82 strutture che al momento offrono oltre 300 posti letto”, spiega Simone Lucchi, uno dei soci fondatori di Locatur. “Per ora siamo riusciti a sistemare 32 tra medici e infermieri. Tutti erano contentissimi del servizio offerto, molti di loro si sono messi a piangere al telefono quando hanno capito di aver risolto almeno questo problema, in un momento in cui le difficoltà si moltiplicano”.

In città rimangono ancora molti posti liberi, ma si tratta di quelli più distanti dagli ospedali, mentre le sistemazioni più vicine alle strutture sanitarie sono già esaurite. E poi c’è il problema della provincia: “Ora tantissime richieste stanno arrivando da San Bonifacio e Legnago, dove si trovano due ospedali che trattano i pazienti Covid-19”, continua Lucchi. Nell’area, che non ha una vocazione turistica, le strutture sono poche, e l’associazione non è in grado di intercettare tutta l’offerta. “Per questo rinnoviamo l’appello a mettere a disposizione una camera o un appartamento. Anche i privati, o i gestori che non sono soci di Locatur, sono ovviamente i benvenuti”.

Locatur è un’associazione che riunisce chi affitta stanze o appartamenti a Verona senza fornire servizi extra. “Siamo 200 soci, ma in tutta la provincia le strutture sono più di 2.000, e ora sono inutilizzate. Per questo abbiamo pensato di lanciare una gara di solidarietà”. Da una parte c’è il collegamento con le Ulls territoriali, che comunicano all’associazione le richieste di medici e infermieri in arrivo a Verona e la necessità di posti letto nelle vicinanze della struttura ospedaliera di riferimento. Tramite il sito di Locatur, invece, chiunque può segnalare la disponibilità di camere o appartamenti: per farlo basta compilare un questionario online, reperibile dall’homepage, e specificare il tipo di alloggio, le sue caratteristiche e l’intervallo di tempo in cui sarà disponibile.

“L’affitto è gratuito, su questo non si discute, mentre lasciamo la possibilità di chiedere un rimborso spese”. Per ora, dice Lucchi, quasi tutte le strutture che hanno risposto all’appello lo hanno fatto in maniera totalmente gratuita. Rimane solo il problema della sanificazione finale: “Una ditta specializzata fornirà il servizio a prezzo di costo e per coprire la spesa abbiamo chiesto al comune di stanziare un piccolo contributo”. Negli ultimi giorni, nota infine Lucchi, sono aumentate le richieste dei locali: “Tanti medici e infermieri veronesi non possono o non vogliono stare insieme ai familiari per paura di esporli al contagio. Nelle prossime settimane questo fenomeno crescerà in tutta Italia: speriamo che la nostra iniziativa possa essere d’esempio”.

 dal sito de Il fatto quotidiano

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/31/coronavirus-a-verona-300-letti-in-albergo-per-medici-e-infermieri-ma-in-provincia-le-strutture-sono-meno-serve-solidarieta/5754629/

 

TG Verona 30032020 – Iniziativa solidale dell’associazione

Iniziativa solidale dell’associazione

https://www.telenuovo.it/pages/877625/archivio_dirette/tg_verona_giorno.html

 

Intervista al presidente dell’associazione per spiegare la nuova iniziativa solidale: le strutture dei locatori a disposizione di medici e infermieri

A disposizione strutture gratis per per tutti gli operatori sanitari

L’Associazione Locatori Turistici scende in campo

 

L’Associazione Locatori Turistici di Verona, fortemente sensibilizzata dal lavoro che le strutture sanitarie stanno affrontando, mette a disposizione le sue strutture gratuitamente per gli operatori sanitari in forza a Verona in questo periodo di grande emergenza. “Attualmente”, sottolinea il
presidente dell’Associazione Edoardo Nestori, “hanno partecipato circa 80 strutture per oltre 300 posti letto, prevalentemente nella zona del comune di Verona, ma abbiamo richieste anche per gli ospedali fuori provincia, dove siamo meno presenti come soci”. Ora è partita la raccolta delle
adesioni da parte di tutte le strutture della provincia per soddisfare la domanda cre-scente. E’ stato stabilito un coordina-mento sia con Ulss 9 che con l’Azienda Ospedaliera con relative autorizzazioni per sopstamenti e controllo del personale. Per i contatti emergenzacovid@locatur.org, 3894245677 i moduli da compilare si trovano www.locatur.org.

da La Cronaca di verona del 27/03/2020

Cercasi locazioni per medici vicino agli ospedali

L’associazione mette a disposizione 100 posti letto

 

https://www.incassetta.it/2020/03/17/cercasi-locazioni-per-medici-vicino-agli-ospedali/

L‘Associazione Locatori Turistici di Verona mette a disposizione 30 strutture e oltre 100 posti letto destinati alle aziende ospedaliere di Verona e agli operatori sanitari per coadiuvare le strutture sanitarie attualmente in emergenza. I medici e gli operatori sanitari impegnati nell’emergenza COVID19 potranno risiedere nelle vicinanze degli ospedali in modo da agevolare le loro attività in loco. Per dare la propria adesione come B&B, appartamento, agriturismo o in generale come struttura a locazione turistica basta mandare una mail a amergenzacovid@locatur.org

Ospitiamo gratis medici ed infermieri

Iniziativa solidale dell’associazione

 

VERONA Trecento posti letto gratuiti a disposizione di medici e infermieri in arrivo a Verona per aiutare la sanità locale nell’emergenza-coronavirus. È l’iniziativa partita da direttivo e base dell’Associazione locatori turistici della città. Dopo aver contattato l’Azienda ospedaliera e l’Ulss 9, l’associazione ha iniziato ieri a ospitare in alcune strutture dei soci le prime persone: «Un paio di infermieri da Sicilia e Calabria e un medico», dice il presidente dei locatori, Edoardo Nestori. Il numero dedicato è 389/4245677, la mail invece emergenzacovid©locatur.org.

dal Corriere di Verona del 17/03/2020

I locatori ospitano medici ed infermieri

Messi in ginocchio dall’emer­genza coronavirus, che ha svuotato i loro alloggi dai clienti visitatori, i locatori tu­ristici veronesi trovano la ri­scossa in un atto di solidarie­tà: metteranno i loro apparta­menti a disposizione gratuita di medici e infermieri che giungeranno a Verona in aiu­to degli ospedali scaligeri.

L’Associazione Locatori tu­ristici di Verona, infatti. presieduta da Edoardo Ncstori, offre 50 alloggi, per un totale di 300 posti letto che potreb­bero aumentare perchè  il tam tam corre sulla chat dei locatori che vogliono aderire. Nestori ha già contattato l’Ulss 9 Scaligera – che coordi­na gli ospedali pubblici in provincia, a San Bonifacio, Villafranca e Legnago – e l’A­zienda ospedaliera di Verona con le strutture di Borgo Trento e Borgo Roma. «Ab­biamo illustrato la proposta alle direzioni di Ulss e Aoui e abbiamo ricevuto una rispo­sta favorevole». E c’è chi si è già sistemato: «Finora ospitiamo due infermieri e un me­dico. Ci sono arrivate anche richieste per San Bonifacio e Bussolengo per una dottoressa e alcuni medici che lavoreranno là. Abbiamo avuto contatti con personale che arriverà dalla Calabria e dalla Sicilia. Ospiteremo chiun­que stia venendo a Verona per l’emergenza medica».

I locatori hanno messo a di­sposizione i loro alloggi dedi­cati all’affitto turistico in cen­tro, da via Valverde a Borgo Trento, ma anche nelle peri­ferie. in Borgo Roma e un po’ in tutta la città. Offriremo l’o­spitalità gratuitamente e metteremo a disposizione gli al­loggi anche in caso occorressero spazi per la quarantena. Il tutto dopo aver archiviato una batosta economica non da poco: «Una situazione molto difficile e imprevista. Le prenotazioni dei turisti per Vinitaly e per le vacanze di Pasqua sono state tutte di­sdette, come quelle delle ulti­me settimane. Inoltre abbia­mo dovuto rimborsare anche le prenotazioni che non lo prevedevano essendo una causa emergenziale., spiega Nestori .Tuttavia gli associa­ti hanno aderito con entusia­smo alto e direi proprio in controtendenza con la dispe­razione per il nostro lavoro che ha visto gli incassi azzera­ti e con le politiche di rimbor­so ora da applicare. Ma vogliamo essere disponibili nei confronti di chi viene qui per darci una mano».

L’associa­zione ha aperto una casella mali per i locatori turistici che vogliono aderire all’inizia­tiva: emergenzacovid@loca­tur.org , mentre c’è un numero dedi­cato per le richieste di chi ha bisogno di un alloggio: 324 5492313. Alle telefonate ri­sponde una persona che smi­sta le domande in città o vici­no agli ospedali nei quali me­dici e infermieri dovranno la­vorare.

Iniziative simili sono state prese in altre province setten­trionali da Milano a lVcenza anche da parte di albergatori o proprietari di pensioni, B&B e alloggi in affitto turisti­co.

da L’Arena del 17/03/2020

Emergenza covid 19 – 100 posti per gli ospedali da parte delle locazioni turistiche

https://www.tgverona.it/pages877495/attualita/locatori_turistici_100_letti_per_gli_ospedali.html

L’Associazione Locatori Turistici di Verona ha messo a disposizione gratuitamente circa 30 strutture per oltre 100 posti letto destinati da Ulss 9, Comune e Azienda Ospedaliera di Verona agli operatori sanitari: medici e personale infiermeristico che stanno arrivando in forza a Verona in questo periodo di grande emergenza.

“Attendiamo ulteriori adesioni da parte di strutture che non siamo ancora riusciti a raggiungere con questa iniziativa creata da poche ore per dare il nostro contributo – scrive l’associazione – Il riscontro è stato immediato e stiamo già provvedendo a dare ospitalità ai nuovi medici dell’ULSS 9 e delle strutture sanitarie veronesi. Le Locazioni Turistiche interessate a partecipare posso contattarci alla mail: emergenzacovid@locatur.org