Stretta sulle locazioni brevi nel decreto Crescita

Le novità
 

E' stato appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il testo di conversione in legge del decreto Crescita e pertanto tutte le misure in esso inserie sono ormai legge, compresa la stretta sulle locazioni brevi.

 

Ecco quindi le novità decreto Crescita locazioni brevi:

  • dal mese di agosto, parte la banca dati delle strutture ricettive presenti in Italia, compresi gli immobili destinati alle locazioni brevi;

  • previsto un codice identificativo per le strutture ricettive da utilizzare negli annunci, dal quale il Fisco potrà evincere tipologia, caratteristiche, ubicazione e proprietario. Pertanto negli annunci online diventa obbligatorio indicare il proprio codice identificativo del proprietario e tipo di struttura, cosicché da rendere più facili i controlli fiscali. Tutti i dati saranno comunicati all'Agenzia delle Entrate.

  • le informazioni contenute nella banca dati saranno disponibili anche sul sito del Ministero delle politiche agricole e del turismo.

  • In caso di pubblicazione di annunci di affitti online senza il bollino anti furbetti è prevista la sanzione da 500 a 5.000 euro per annuncio a carico del portale.