Fieracavalli 2020 raddoppia

122° edizione
 

La 122a edizione si terrà a Veronafiere dal 5 all’8 e dal 13 al 15 novembre 2020

 

Un’edizione straordinaria pensata per il ritorno alla “nuova normalità”Fieracavalli 2020 si prepara ad affrontare le sfide del post-emergenza Covid19 con un format rinnovato nel calendario e nei contenuti.

La manifestazione di riferimento per il mondo equestre internazionale, infatti, raddoppia a Veronafiere, coprendo due week-end consecutivi di novembre: da giovedì 5 a domenica 8e poi ancora da venerdì 13 a domenica 15.

Quest’anno la rassegna diventa anche multicanale, grazie a investimenti nell’area digital per realizzare dirette streaming delle attività nei padiglioni, contenuti virtuali, talk e webinar pensati per gli oltre 200mila utenti della community social, per appassionati e addetti ai lavori.

La decisione di passare da 4 a 7 giornate di manifestazione ha l’obiettivo di contingentare gli ingressi delle oltre 160mila persone che ogni anno visitano Fieracavalli, rispondendo alle nuove esigenze sanitarie e di distanziamento sociale imposte dal Covid19. La ridistribuzione dei flussi di accesso all’interno del quartiere fieristico e l’acquisto dei biglietti online sono soltanto alcuni dei punti del protocollo studiato da Veronafiere, in collaborazione con le autorità̀ pubbliche, per garantire la massima sicurezza a visitatori, aziende espositrici, operatori e cavalli.

Quella di quest’anno, inoltre, è una Fieracavalli ancora più digital, interattiva e multicanale, grazie a webinar, eventi in streaming e video dimostrativi consultabili “on demand” per far vivere anche online i contenuti della manifestazione.

All’arte, intesa come mezzo espressivo, infine, il compito dicolmare le distanze e unire sotto la stessa passione i diversi aspetti della manifestazione. Dai laboratori di arte-terapiaapplicata, alla mostra-evento “Art&Cavallo” fino all’immagine della campagna di Fieracavalli 2020: l’arte diventa la chiave di lettura privilegiata, in un progetto coordinato dall’architetto Federica Crestani.