SERVIZIO ASSISTENZA ROSS1000/ALLOGGIATI WEB

Hai problemi con Alloggiati Web o il portale Ross1000? Un nostro esperto ti può aiutare da remoto, a soli € 15,00 ogni 30 minuti. Prenota il tuo appuntamento su info@locatur.org e verrai contattato.

Ti consigliamo di installare su PC il software Team Viewer per l'assistenza da remoto.

Airbnb 2022 Winter Release: le novità per gli host

Airbnb 2022 Winter Release: le novità per gli host
 

Airbnb rende note le novità invernali della piattaforma nel consueto meeting semestrale per media e stakeholder. Oggi l’azienda introduce Airbnb Start, una modalità di onboarding per i nuovi host pensato per rendere ancora più facile pubblicare un annuncio su Airbnb. Presentata inoltre anche l’assicurazione AirCover potenziata per gli host con nuove funzionalità come la ‘verifica dell’identità degli ospiti’ e 6 nuove Categorie di alloggi, tra cui quella per le case accessibili ai disabili.
“Airbnb è nata durante un periodo di recessione. Io e Joe non potevamo permetterci di pagare l’affitto, così abbiamo gonfiato tre materassini ad aria e creato AirBed & Breakfast. Presto persone da tutto il mondo si sono unite a noi,” – dice Brian Chesky, CEO e cofondatore di Airbnb. “Oggi, proprio come durante la recessione del 2008, le persone sono interessate ad avere un guadagno extra attraverso l’ospitalità. È per questo che abbiamo creato un modo semplice con cui milioni di persone possono pubblicare un annuncio su Airbnb. Con Airbnb Start ogni nuovo host Airbnb riceverà
gratuitamente l’assistenza personalizzata di un Superhost, che lo accompagnerà dalla prima domanda alla prima prenotazione. E con l’assicurazione AirCover per gli host potenziata, questo è il momento perfetto per mettere il proprio spazio su Airbnb.”
Le nuove case su Airbnb vengono prenotate molto rapidamente. Metà degli alloggi che sono stati attivati e prenotati nel terzo trimestre del 2022 hanno ricevuto la prima prenotazione entro tre giorni. Abbiamo anche registrato un’importante crescita di nuovi host, specialmente in alcuni paesi con alti tassi di inflazione.

Airbnb Start

Nell’ultimo anno oltre 30 milioni di persone hanno visitato il sito di Airbnb per scoprire di più sull’home sharing. Oggi, Airbnb rende più semplice per milioni di persone fare il primo passo. Airbnb Start è una modalità semplice e intuitiva per pubblicare il proprio annuncio. Comprende:
● Assistenza personalizzata di un Superhost – Con Airbnb Start il nuovo host viene messo in contatto con un Superhost che fornisce assistenza personalizzata, rispondendo alle prime domande e accompagnandolo fino all’arrivo del primo ospite. Si può comunicare con il Superhost via audio, video o messaggio. 1.500 Superhost in più di 80 paesi aiuteranno i nuovi host a iniziare ad ospitare.
● Un ospite esperto per la tua prima prenotazione – Per la prima prenotazione i nuovi host potranno scegliere di accogliere un ospite che abbia almeno 3 pernottamenti oltre a buone recensioni su Airbnb.
● Supporto specializzato Airbnb – I nuovi host avranno accesso diretto ad un team specializzato di Community Support che li seguirà in ogni aspetto, dai problemi all’account alla ricezione del pagamento. Saranno disponibili via telefono, messaggio o e-mail offrendo supporto in oltre 42 lingue diverse.

AirCover per gli host potenziata

Lo scorso novembre Airbnb ha presentato AirCover per fornire una protezione senza precedenti e a tutto tondo per ogni host. Oggi l’azienda introduce importanti aggiornamenti:
● Verifica dell’identità degli ospiti – Ampliata la verifica dell’identità a tutti gli ospiti che viaggiano verso i primi 35 paesi su Airbnb, che rappresentano il 90% delle prenotazioni, inclusa l’Italia dal 16 novembre. Allargata la verifica dell’identità degli ospiti a tutto il mondo nella primavera del 2023.
● Tecnologia per il controllo delle prenotazioni – Un sistema per il controllo delle prenotazioni negli Stati Uniti e in Canada, che aiuterà a ridurre le possibilità di feste che possono causare danni. Questa tecnologia sarà disponibile a livello globale nella primavera del 2023.
● 3 milioni di dollari per la protezione dai danni – Airbnb triplica la protezione danni – da 1 milione a 3 milioni di dollari – a tutela della casa e degli oggetti in essa contenuti.
● Protezione automobilistica e nautica – Una protezione dai danni per auto, barche e moto d’acqua parcheggiate nella tua proprietà.
● Protezione per gli oggetti d’arte e di valore – Opere d’arte, gioielleria e oggetti da collezione ora verranno riparati o sostituiti secondo il valore stimato.
● Reclami più facili – Sarà ora possibile presentare una richiesta di protezione dai danni in pochi semplici passaggi e tenere traccia facilmente del progresso della richiesta, dalla presentazione al pagamento.

Nuove categorie Airbnb

Lo scorso maggio, Airbnb ha introdotto una nuova modalità di ricerca, basata sulle Categorie. Oggi l’azienda aggiunge 6 nuove Categorie di soggiorni:
● Novità – Annunci aggiunti su Airbnb nelle ultime 10 settimane.
● In cima al mondo – Case a 3.000 metri sul livello del mare, con panorami mozzafiato.
● Di tendenza – Case con valutazioni molto positive e annunci che hanno ricevuto più visite rispetto alla settimana precedente.
● Spazi accessibili – Alloggi verificati con ingressi, camere da letto e servizi senza gradini, percorribili in sedia a rotelle.
● Spazi per giocare – Case con spazi per giocare a basket, sale giochi, minigolf, scivoli d’acqua e molto altro.
● Hanok – Case coreane tradizionali costruite con materiali completamente naturali.
Airbnb sta anche migliorando i criteri con cui vengono visualizzate le categorie. Ad esempio, aprendo l’app, l’utente visualizzerà prima la categoria Vigneti se recentemente ha fatto una ricerca per una casa a Napa. E ancora, di una casa con una vista mozzafiato verrà mostrato subito il panorama, e gli alloggi nella categoria Parchi nazionali riporteranno la distanza dall’entrata del parco.

Disponibili subito

Airbnb Start, AirCover per gli host e gli aggiornamenti alle Categorie Airbnb saranno lanciati su tutti i mercati a partire da questa settimana.

 

Immagine rimossa.

Ringraziamo il sito www.extralberghiero.it per l'articolo