Soggiorni post terapia intensiva

Gara di generosità della nostra Associazione.
Questo nuovo gesto di solidarietà vuole essere un segno di ritrovata normalità da vivere a fianco di chi ha gravemente sofferto per l’esperienza della malattia. Il ritorno alla vita da festeggiare con una vacanza in una delle più belle città d’Italia, accolti dall’ospitalità delle nostre strutture.

Il pernottamento gratuito sarà di una sola notte dato a fronte di una prenotazione di un minimo di due notti. Per contattare le strutture che hanno aderito all'iniziativa clicca qui

Visualizza Strutture

Accesso ZTL vietato alle locazioni turistiche, una vergogna

Accesso ZTL vietato alle locazioni turistiche, una vergogna
 

La Giunta comunale, in data 28 gennaio 2020, ha deliberato di escludere dal servizio di accesso alla ZTL per i turisti i proprietari o gestori di locazioni turistiche.

In precedenza, l'accesso era sempre stato consentito, ora il divieto si basa, secondo la Giunta, su una legge regionale, la n. 11 del 14 giugno 2013 (BUR 51/2013); la legge è stata modificata aggiungendo l'articolo 27 bis che disciplina le locazioni turistiche.

Questo crea un vizio di forma nella delibera, che è palesemente discriminatoria; l'accesso alla ZTL viene considerato un servizio, ma è una interpretazione arbitraria, se dovessimo seguire questo concetto anche la riscossione dell'imposta di soggiorno sarebbe un servizio e non un adempimento.

Abbiamo contattato l'amministrazione comunale, che invece di annullare la delibera come sarebbe corretto, preferisce creare un nuovo software per l'accesso, gestito da AMT, con il pagamento di un importo da definire, a carico del turista sia in entrata che in uscita.

L'Associazione rifiuta questo provvedimento, non solo perchè creare un nuovo portale è uno spreco di soldi e tempo, ma anche perchè creerebbe una disparità di trattamento tra gli ospiti delle locazioni turistiche e quelli della altre attività ricettive.

La nostra città dovrebbe unire tutte le categorie per rilanciare il turismo e cercare di attirare tutti coloro che vorrebbero venire a visitare Verona, cercando di agevolare i turisti non di ostacolarli, invece siamo ancora alla guerra tra alberghi e locazioni, anacronistica e di retroguardia.

Siamo in contatto con altre associazioni per cercare di risolvere questo problema, non escludiamo un ricorso al Tar di Venezia per fare annullare la delibera, ricorso che ha ottime probabilità di essere accolto.